Bryce Canyon…and Then Some….

Standard

Arriving into Bryce City very late at night and after spending a balmy 80 degree day at Zion, we practically froze when we got out of the car.  The temperature was a warm 29 degrees!  Because of the high elevation (almost 9000 feet), the temperatures were still trying to come out of winter-mode!  After checking into our hotel, The Best Western Bryce Canyon Grand, we ventured across the street to get a quick bite to eat at one of the only restaurants still open at 9 pm:  Ruby’s Inn.  This is a large place serving all sorts of mediocre food – not great, but it did the job!  The hotel is in a great position and is comfortable and clean.  It also offers a great full breakfast served very early in the morning so that you can get a good start into visiting Bryce Canyon.

Arrivando a Bryce City molto tardi di sera e dopo un giorno di temperatura alta a Zion, ci siamo quasi congelati quando siamo usciti dalla macchina.  La temperature era un “caldo” 29 gradi!  A causa dell’alta elevazione (circa 9000 piedi), le temperature stavano ancora provando d’escere dal inverno!  Dopo aver controllato il nostro hotel, Il Best Western Bryce Canyon Grand, siamo andati a prendere un boccone veloce al’unico posto ancora aperto all 9 di sera:  Ruby’s Inn.  Questo e un luogo grande che serve tanti tipi di cibo mediocre – non eccezionale pero ci ha soddisfatto.  L’hotel si trova in una posizione fantastica ed e confortevole e pulito.  Offre inoltre una grande prima colazione alla mattina presto in modo che si puo ottenaere un buon inizio a visitare Bryce Canyon.

We decided to do the driving tour of Bryce Canyon with stops at all the overlooks (once again, due to too many places and too little time!).  At Bryce, you have the option of taking the shuttle or driving yourself.  We chose to do the driving ourselves and began by going all the way to the end (Rainbow Point) and then stopping at the observation points on our way back since they all seemed to be on the right side of the road on the way back.

Rock Formation affectionately called “The Poodle”

Bryce Canyon has some amazing sights.  It is best known for its pink and orange hoodoos.  These unusual rock pillars of interesting and fantastic shapes are the left-overs of millions of years of erosion by wind and water on the limestone cliffs.  The colors of these rock formations is exceptionally beautiful.  This park is definitely the queen of the area with its many beautiful vistas.

Abbiamo deciso di fare il tour con la macchina di Bryce Canyon, con fermate a tutti i punti panoramici (ancora una volta, a causa di troppi posti e troppo poco tempo!). A Bryce, c’e la possibilità di prendere il pulmino o guidare. Abbiamo scelto di guidare noi stessi e siamo andati fino alla fine (Rainbow Point) e poi ci siamo fermati nei punti di osservazione sulla via del ritorno dal momento che tutti sembravano d’essere sul lato destro della strada. Bryce Canyon ha dei meravigliosi panorami. E famoso per i suoi hoodoos rosa e arancio. Questi pilastri di roccia interessanti e fantastici sono gli avanzi di milioni di anni di erosione dal vento e dall’acqua sulle scogliere di calcare. I colori di queste formazioni rocciose sono di eccezionale bellezza. Questo parco è sicuramente la regina della zona con i suoi panorami mitici.

After spending about 5 hours visiting all the overviews, doing some quick hikes and taking LOTS of pictures, we continued out of Bryce along Highway 12 towards Capitol Reef.  This gorgeous road, deemed an All-American Road by the Federal Highway Administration, is so beautiful that it can be a destination all unto itself.  Passing through Escalante, a tiny little town with not much in it, we were excited to find a great little bistro for lunch called the Circle D.  It has a wonderful outdoor patio and some great food!  It’s a popular spot for folks travelling through the area – when we were there there was a large group of European tourists watching the soccer match on TV!

Dopo aver trascorso circa 5 ore visitando tutte le fermate panoramiche, facendo alcune escursioni rapide e prendere un sacco di foto, abbiamo lasciato Bryce lungo il Highway 12 verso Capitol Reef. Questa strada bellissima, considerata un All-American strada dalla Federal Highway Administration, è così bella che può essere una meta tutta se stessa.  Passando attraverso Escalante, un piccolo paese con non troppo, siamo stati sorpresi di trovare un bel bistro per pranzare chiamato il Circolo D. Ha una meravigliosa terrazza all’aperto e ottimo cibo! E ‘un luogo popolare per le persone che viaggiano attraverso l’area – quando eravamo lì c’era un gruppo di turisti europei a guardare la partita di calcio in TV!

Continuing out of Escalante, we drove through the Escalante Grand Staircase – a series of colorful cliffs that extend north from the North Rim of the Grand Canyon to Bryce Canyon.  Another surprising find out in the middle of nowhere was the Kiva Koffeehouse.

From the parking lot, only the rooftop was visible.  After descending the staircase, we came upon an eclectic but amazing coffee house perched on a cliff overlooking the Escalante River Canyon serving espresso drinks and tasty treats.  The view from the patio was amazing and a perfect quick stop for an iced coffee!  There is even a bed and breakfast here with 2 rooms.  The views overlooking the canyon are beautiful and the location would make for a VERY romantic getaway!

Continuando da Escalante, abbiamo guidato attraverso il  Escalante Grand Staircase- una serie di rocce colorate che si estendono dal nord del North Rim del Grand Canyon al Bryce Canyon. Un altra scoperta sorprendente  in mezzo al nulla è stata la Koffeehouse Kiva. Dal parcheggio, solo il tetto era visibile. Dopo aver disceso la scalinata, ci siamo trovati in una casa di caffè eclettica arroccato su una scogliera con la vista del Escalante River Canyon che serve bevande espresso e stuzzichini. La vista dalla terrazza era incredibile e una tappa ideale per un veloce caffè ghiacciato! C’è anche un bed and breakfast qui con 2 camere. I panorami che si affacciano sul canyon sono belle e la posizione farebbe per una fuga molto romantica!

Back on the road again, we headed towards our lodging for the night – The Cowboy Homesteads!  With a name like this, I felt like I should be singing “Home, Home on the Range!”

Not knowing what to expect, we were pleasantly surprised by the tiny cabins with full amenities!  Each of the four cabins had a kitchen and a full bathroom.  The only drawback was that you either had to bring your own food or drive into Torrey to find some sustenance.  Fortunately, we had packed some leftovers from lunch and a half drunk bottle of wine and therefore had some something to munch on!  (As a note, we had purchased a cheap styrofoam cooler when we began our trip so that we could pack waters and other things – like leftovers- in it and everyday we would get some fresh ice to pack the cooler with.  Ice is EXTREMELY easy to find everywhere, so this was never a problem).

Ritornando di nuovo sulla strada, ci siamo diretti verso il nostro alloggio per la notte – The Cowboy Homesteads! Con un nome come questo, mi sentivo come avrei dovuto cantare “Home, Home on the Range!” Non sapendo cosa aspettarci, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle cabine piccole con tutti i comfort! Ciascuno delle quattro cabine aveva una cucina e un bagno completo. L’unico inconveniente è che si doveva portare il cibo o altrimenti si doveva andare a Torrey per trovare qualche sostentamento. Per fortuna, si aveva qualche avanzo da pranzo e una mezza bottiglia di vino e quindi si aveva qualche cosa da sgranocchiare! (Come nota, avevammo acquistato un dispositivo di raffreddamento a basso costo di polistirolo quando abbiamo iniziato il nostro viaggio in modo da poter portare acque e altre cose – come gli avanzi- ed ogni giorno si riempiva con il ghiaccio fresco che è estremamente facile per trovare, quindi questo non è mai stato un problema).

After checking into our “homestead”, and seeing that there still was some daylight left, we decided to explore Capital Reef.

This is one of the smallest of the National Parks and therefore possible to explore rapidly (if you aren’t doing any hiking!)  In fact, it’s so small that the entrance fee is based on the honor system – there is no one at the entrance booth to check you in – and therefore, they just request that you put your fee into the box by the gate!  Being that it was late in the day, we had the park practically all to ourselves.  We could explore and take pictures with the late afternoon light without battling throngs of tourists.  We drove the scenic drive past an old Mormon settlement which had fruit trees and horse stables all the way to the unpaved road leading into the Capitol Gorge!  There was a sign at the entrance that said not to enter if it was raining for risk of flash floods!  Since it was really dry, and it didn’t look like there was any likelihood of rain, we ventured in.  Luckily we did!  This was an amazing place!  It was a wonderland of rock and nature.

The road continues to narrow as it heads further and further into the canyon, and at every turn we were threatening to turn around…but we kept forging forward.  The Gorge was at one time the hiding place of Butch Cassidy, and I can see why it would be such a great place to hide out.  Turn after turn, we finally chickened out and turned around at a spot where our car could make the turn – otherwise, if we continued we were afraid that we would be forced to come back out in reverse.  While on our way out, we spotted a big horned sheep perched like a statue atop one of the rocks!  He was beautiful standing there all alone and looking so majestic.  This was definitely the perfect ending to a very full but visually stimulating day!

Dopo aver controllato il  nostro “homestead”, e vedendo che c’era ancora qualche ore di sole, abbiamo deciso di esplorare Capitol Reef. Questo è uno dei più piccoli dei Parchi Nazionali e quindi possibile esplorarlo rapidamente (se non si fanno delle camminate!) In effetti, è così piccolo che il biglietto d’ingresso si basa sul sistema onore – non c’è nessuno al stand all’ingresso – e quindi, semplicemente chiediano di mettere i soldi nella scatola vicino al entrata! Essendo che era tardi, abbiamo avuto il parco praticamente tutto per noi. Si poteva esplorare e scattare foto con la luce del tardo pomeriggio, senza combattere orde di turisti. Abbiamo guidato la strada panoramica passato un antico insediamento mormone che aveva alberi di frutta e le stalle di cavalli  fino alla strada non asfaltata che portava nel Capitol Gorge! C’era un cartello all’ingresso che avvisava di non entrare se pioveva per il rischio d’inondazioni improvvise! Dato che era molto asciutto, e non sembrava ci fosse un rischio di pioggia, ci siamo avventurati dentro. Per fortuna l’abbiamo fatto! Questo era un posto incredibile! E una meraviglie di roccia e della natura. La strada continua a ridursi mentre si dirige sempre più dentro nel canyon, ed ogni volta si minacciava di girarsi … ma abbiamo continuato ad andare in avanti. Il Gorge era a tempi indietro il nascondiglio di Butch Cassidy, e posso capire perché lo sarebbe un ottimo posto per nascondersi. Giro dopo giro, abbiamo finalmente deciso da tornare indietro e si voltò in un posto dove la nostra macchina potrebbe fare il giro – altrimenti, se si aveva continuato avevamo paura che ci sarebbe stati costretti a tornare in retromarcia! Mentre si usciva, abbiamo visto una pecora grande cornuta arroccata come una statua su una delle rocce! Era bella lì da sola con un sguardo cosi maestoso. Questo era sicuramente la conclusione perfetta per una giornata molto piena, ma visivamente stimolante!

4 responses »

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s