The Great Grand Canyon

Standard

The next stop on our Southwestern Adventure Loop was the South Rim of the mighty Grand Canyon.  The winds were howling and extremely strong when we arrived, thus making it a little uncomfortable to see the rim sights along the road into the Village.  Our accomodations were at the Bright Angel Lodge where we had booked a rim view room.  We were thrilled when we were shown to our room – we were literally right across the path to the rim of this gigantic crater!  The room had a beautiful fireplace and it was super cozy.

But getting to sleep that night was scary – the wind was blowing the trees about the cabin so hard that it seemed like we were going to pull a Wizard of Oz and float away over the Grand Canyon!

La prossima tappa della nostra avventura nel Southwest era il South Rim del Grand Canyon. I venti ululavano ed erano estremamente forte quando siamo arrivati​​, rendendo così un po ‘a disagio per vedere i luoghi del cerchio lungo la strada verso il Villaggio. I nostri alloggi erano al Bright Angel Lodge dove avevamo prenotato una camera con vista del cerchio. Siamo stati entusiasti quando ci hanno mostrato la nostra camera – eravamo letteralmente proprio di fronte la strada al bordo di questo cratere gigantesco! La camera aveva un bel camino ed era super accogliente. Ma a dormire quella notte è stato spaventoso – il vento soffiava tra gli alberi della cascina così forte che sembrava che stavamo per rivivere il Wizard of Oz e volare via sopra il Grand Canyon!

The next day, with the winds having died down considerably, we decided to take the park shuttle – our favorite mode of transportation on this trip!  My suggestion would be to take the Orange Line in the morning out to the end and then hike the easy Rim trail back as far as you like.  Along this route is the South Kaibab Trail which can take you all the way to the bottom of the canyon (if that’s where you want to go!)  Otherwise, just a short hike down (and also back up) is a must to get a feeling of being surrounded by the distinctive colors and hues of the beautiful Grand Canyon.  We hiked down about a mile and this was plenty to see the beauty.

Every dip in elevation gave us a new appreciation of the diversity that this natural wonder has to offer.   In the afternoon, take the Green Line all the way to Hermit Gulch and then explore stops and points along the Rim Trail heading back. Depending on how much energy you want to exert, there is plenty to do at the Grand Canyon.  My only criticism, and it’s a weak one at that, was that at the Grand Canyon, you are always really looking at the same sight – the canyon itself.  Yes, you get different perspectives of it depending on the lighting, time of day, temperature, elevation of where you are…but in the end, it is the same panorama.  It’s definitely a beautiful panorama, but if you’re looking for diverse scenes, the other National parks had more to offer.

Il giorno dopo, con i venti essendo calati considerevole, abbiamo deciso di prendere la navetta per il parco – il nostro modo preferito di trasporto in questo viaggio! Il mio suggerimento sarebbe quello di prendere la linea arancione alla mattino fino alla fine e poi camminare il sentiero del Easy Rim Trail indietro per quanto volete. Lungo questo percorso è il sentiero South Kaibab, che si può prendere fino in fondo del canyon (se è lì che vuoi andare!) Se no, solo una breve escursione verso il basso (e anche il ritorno) è consigliato per ottenere una sensazione di essere circondato da colori distintivi e le tonalità del splendido Grand Canyon. Abbiamo passeggiato fino a circa una miglia e questo è stato abbastanza per vedere la bellezza. Ogni cambiamento in elevazione ci ha dato un nuovo apprezzamento della diversità che questa meraviglia della natura ha da offrire. Nel pomeriggio, consiglio di prendere la linea verde fino a Hermit Gulch e poi esplorare fermate e punti lungo il Rim Trail alla tornata. Secondo quanta energia che si desidera esercitare, c’è molto da fare al Grand Canyon. La mia unica critica, ed è una debole, e che al Grand Canyon si guarda sempre la stessa vista – il canyon stesso. Sì, si ottengono diverse prospettive di esso a secondo della luce, ora del giorno, temperatura, altitudine di dove siete … ma alla fine, è lo stesso panorama. E ‘sicuramente un bel panorama, ma se siete alla ricerca di scene diverse, gli altri parchi nazionali hanno più da offrire.

The El Tovar Hotel, the historic National Park hotel that overlooks the Grand Canyon, is majestic and regal.  It was built in 1905 and has housed many Presidents and dignitaries.  The restaurant there is excellent and very fancy.  It is expensive, but the menu selections are top notch.  It’s an elegant evening out after you’ve cleaned up from the grit of being out in nature all day!

L’El Tovar Hotel, lo storico hotel che si affaccia sul Grand Canyon, è maestosa e regale. E ‘stato costruito nel 1905 e ha ospitato numerosi presidenti e dignitari. Il ristorante è eccellente e molto elegante. È costoso, ma le selezioni del menu sono di altissimo livello. Si tratta di una serata elegante dopo aversi ripuliti dalla grinta di essere in mezzo alla natura per tutto il giorno!

4 responses »

    • Vicky…This is still a continuation of our Southwest adventure back in May! It’s taking me awhile to get it all chronicled! Catalina was just last weekend…hmm, maybe I’ll have to write about that too (and tie it into Italia, of course!!!)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s